GREEN APPS PER IPHONE

Quando lo smartphone ti aiuta a rispettare l’ambiente

top-7-best-green-iphone-apps1.jpg

E se la tecnologia “smart” ci insegnasse a diventare tutti più ecosostenibili? A quanto pare posso togliere il “se”, perchè lo smartphone per eccellenza (l’iPhone, e chi se no?) ha già lanciato sul mercato una serie di Gree-Apps dalla vocazione ecologica. Ho fatto una ricerca in internet e vorrei segnalarvi alcune applicazioni davvero carine e – soprattutto – utili a ridurre il nostro impatto quotidiano sull’ambiente.

  • diStagione. Per i “buon gustai” che vogliono godersi la frutta e la vedura di stagione arriva in soccorso questa apps che ti ricorda quali sono i prodotti che puoi trovare nell’orto vicino a casa. In questo modo, potremo fare la spesa con solo cibi a basso chilometraggio. Per scaricarla: clicca qui
  • GoGreen. Buoni consigli da mettere in pratica tutti i giorni. Ad ogni avvio dell’applicazione, viene estratto un nuovo Green-Tip per ridurre la propria impronta ecologica. E’ in inglese, ma di facile comprensione. Per scaricarla: clicca qui

Ne ho scovate altre due che meritano di essere segnalate, anche se momentaneamente non ancora “sfruttabili”:

  • Which Bin. A quanto ho capito è ancora in fase di test (se avete qualche novità, tenetemi aggiornato”), ma potrebbe risolvere il fatidico problema: e questo, dove lo butto? Scaricando questa app sul proprio iPhone basterà fotografare il codice a barre presente sulla confezione del prodotto per sapere in pochi secondi la sua destinazione. Davvero utile!
  • GoodGuide. Anche in questo caso, bisogna ancora aspettare. GoogGuide altro non è che un gigantesco catalogo con oltre 70.000 prodotti presenti sul mercato (temo non in Italia). In fase d’acquisto, per valutare l’impatto ecologico di ciò che hai tra le mani, basta fotografare il barcode per avere una scheda completa con tutte le informazioni che state cercando. Per saperne di più: clicca qui
GREEN APPS PER IPHONEultima modifica: 2011-02-03T09:06:54+00:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento