RICONOSCERE LE ETICHETTE BIO

Miniguida per capire quando un alimento è davvero sano

Gli organismi di controllo e certificazione del biologico in Italia sono tanti. Sotto le etichette bio più diffuse, il cui riconoscimento è indispensabile per condurre una vita più sana e rispettosa dell’ambiente:

Marchio bio UE1-marchio bio della UE: logo che segnala quando gli alimenti sono biologici e prodotti nel territorio dell’unione europea. Il contenuto di tale alimento ha almeno il 95% di ingredienti prodotti in modo biologico, è conforme alle regole di controllo e certificazione di ogni singolo stato ed è accompagnato dal nome del produttore e dal codice dell’organismo di certificazione che ha controllato per ultimo il prodotto.
Certificazione ICEA2-il bollino del consorzio ICEA: ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) è un consorzio che controlla e certifica le aziende che rispettano l’ambiente e la salute dei lavoratori. Si fa garante di un’ampia gamma di prodotti, dal cibo ai carburanti. Per evitare la confusione con altre categorie merceologiche, per le produzioni alimentari bio è stato appositamente disegnato il simbolo a lato.
Certificazione Demeter3-il simbolo del biodinamico: è la denominazione che riunisce i principali produttori, trasformatori e distributori di prodotti agricoli e alimentari biodinamici, ovvero realizzati secondo principi che rispettano l’ecosistema (come ad es. l’uso dei fertilizzanti naturali).

Basta fare attenzione ai pochi bollini eco sopra indicati, per capire se stiamo mangiano sano.

RICONOSCERE LE ETICHETTE BIOultima modifica: 2014-06-20T11:24:56+00:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento