RISPARMIO ENERGETICO? LO STATO AIUTA.

Riduzione d’imposta del 55% fino al 2010.

casa energia.jpg

La Finanziaria 2008 conferma le agevolazioni fiscali previste dalla Legge 296/2006 (commi 344 – 347).  Fino al 31 Dicembre 2010 le spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica potranno beneficiare di una riduzione d’imposta pari al 55%. Rientrano nella categoria le spese documentate e sostenute per:

A. Interventi limitativi del fabbisogno annuo di energia primaria per la climatizzazione invernale degli edifici.

B. Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sia per usi domestici che industriali, per piscine, strutture sportive, case di ricovero e di cura, istituti scolastici ed università.

C. Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con altri dotati di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza, impianti geotermici a bassa entalpia e conseguente messa a punto del sistema di distribuzione.

D. Interventi su edifici, su parti di edifici o unità immobiliari, riguardanti coperture e/o pavimenti, finestre e relativi infissi.

Grazie a questi incentivi le spese da sostenere per la riqualificazione energetica degli edifici si rivelano in molti casi inferiori al risparmio potenzialmente ottenibile. Una grande opportunità per ridurre i consumi energetici e rispettare l’ambiente.

RISPARMIO ENERGETICO? LO STATO AIUTA.ultima modifica: 2008-11-10T10:15:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento