RISPARMIAMO L’ACQUA!

Piccoli gesti quotidiani per ridurre gli sprechi.

Save water save life.jpg

Senza acqua non c’è vita. E’ un dato di fatto: il 65% del nostro corpo e il 75% del nostro cervello sono costituiti da acqua. Quanta ce ne serve quindi ogni giorno per vivere in maniera sana? Secondo alcune stime circa 50 litri a persona. Eppure ne consumiamo molta di più: si calcola che un americano ne consumi circa 400 litri ed un europeo 200. Questo perchè siamo talmente abituati a vedere l’acqua sgorgare dai nostri rubinetti che la consideramo una garanzia scontata per tutti e per sempre. Invece non è così. Un africano è costretto a percorrere 6 km al giorno per approviggionare d’acqua la propria famiglia. E se non riduciamo i nostri consumi le risorse idriche continueranno a diminuire, tramutando drammaticamente alcune aree del pianeta in zone aride e desertiche.

Bastano alcuni semplici accorgimenti per ridurre i consumi e soprattutto gli sprechi d’acqua. Eccone alcuni facili facili, presi da varie guide al risparmio:

  1. Quando laviamo i piatti a mano, riempiamo il lavandino invece di lavare un piatto alla volta sotto un getto continuo. Ancor meglio lavarli in lavastoviglie se ne abbiamo una: una lavastoviglie moderna consuma infatti da 10 a 15 litri d’acqua per ciclo, molto meno di quanto richiesto da un lavaggio a mano. Importante però è utilizzarla solo a carico pieno, così da ottimizzarne il consumo.
  2. Quando ci insaponiamo le mani (ma anche quando ci facciamo la barba o ci laviamo i denti) chiudiamo il rubinetto. Un rubinetto aperto lascia fuoriuscire 6 litri d’acqua al minuto, che se non utilizzata, viene sprecata senza nemmeno essere sporcata.
  3. Applichiamo un frangi-getto al nostro rubinetto, così da ridurre il flusso senza comprometterne la potenza. Dotare i rubinetti di un regolatore consente infatti di risparmiare fino a 200 litri d’acqua al giorno.
  4. Ripariamo velocemente le perdite degli impianti: un rubinetto che gocciola consuma 4 litri d’acqua allora, mentre uno sciacquone difettoso lascia fuoriuscire 600 litri al giorno. Uno spreco inutile.

E se vogliamo andare oltre, proviamo a sfruttare l’acqua piovana. Come avviene per l’impiego delle energie solare ed eolica, anche la raccolta dell’acqua piovana può infatti contribuire a salvaguardare il nostro pianeta. La risorsa piovana potrebbe infatti coprire fino all’80% dei nostri fabbisogni domestici non alimentari, dedicando la “costosa” acqua depurata allo stretto necessario. Informiamoci allora sulla possibilità di attrazzare la nostra casa con un impianto per il recupero delle acque piovane (ecco qui un link con alcune info utili: Stoccaggio acqua piovana). Nel frattempo vi invito tutti a visitare il sito www.watersavinghero.com

RISPARMIAMO L’ACQUA!ultima modifica: 2008-12-01T14:29:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento