CONGRESSO ECOLOGIA.

Dopo Poznan….Hollywood?!?

hollywood green.jpg

Mentre a Poznan i rappresentanti di 27 paesi europei negoziavano i termini del tanto discusso pacchetto 20-20-20 (vedi articolo Corriere della Sera 12.12.08), ad Hollywood si teneva il secondo congresso sulla sostenibilità del cinema statunitense. “Hollywood goes green” si è concluso infatti il 9 dicembre scorso dopo due giorni di incontri che hanno visto le principali industrie cinematografice hollywoodiane confrontarsi sull’impatto ambientale delle proprie produzioni.

Alla conferenza si è parlato di come rendere ecosostenibili processi produttivi generalmente dispendiosi sia in termini economici che energetici. Le aziende cinematografiche sono infatti convinte che agire nel rispetto dell’ambiente possa contribuire non solo alla salvaguardia del pianeta, ma anche al superamento dell’attuale crisi economica internazionale, migliorando addirittura la redditività del loro business. Temi del giorno sono stati poi la pubblicità sociale e l’eco-tainment, ossia quella forma divertimento educativo capace di diffondere la cultura ecologista nel grande pubblico.

L’importanza di riuscire a coniugare divertimento ed educazione sulle tematiche ambientali è stata riconosciuta anche da alcune industrie televisive italiane, che hanno deciso di ampliare la loro offerta commerciale con “prodotti” maggiormente “verdi”. Prima fra tutti Discovery, che ha lanciato la fascia di programmazione “Discovery Green” dedicata a documentari e programmi di natura ambientalista. Ma anche Publispei ha deciso di scendere in campo a favore del pianeta promuovendo una cultura sostenibile attraverso due fiction note al grande pubblico, come I Cesaroni e Un Medico in Famiglia: nel primo caso è stato infatti realizzato un video in cui i protagonisti della serie interpretano il decalogo salva-clima di Al Gore; nel secondo pare sia stata invece reintrodotta la figura di Giulio Scarpati in un ruolo tutto ecologista. Aspettiamo di vedere i risultati…

CONGRESSO ECOLOGIA.ultima modifica: 2009-01-07T15:03:37+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento