IBUKI. IL SATELLITE AMICO DELL’AMBIENTE.

Per 5 anni monitorerà l’effetto serra dallo spazio.

ibuki.jpg

Il 23 gennaio scorso è decollato, dal centro spaziale giapponese, il primo satellite al mondo incaricato di misurare la densità del diossido di carbonio e del metano, principali cause dell’effetto serra. Ibuki (questo il nome con cui è stato battezzato il satellite) terrà sotto controllo da un’altezza di 666 km ben 56.000 diversi punti della Terra, registrando i relativi dati ogni 3 giorni per 5 anni.

Quali sono i principali vantaggi di questa operazione? Anzitutto Ibuki fornirà una quantità di dati superiore a quella attualmente disponibile: 56.000 punti d’osservazione contro le 280 attuali stazioni terrestri. Il satellite monitorerà infatti anche le aree sopra i mari e i paesi in via di sviluppo, le cui emissioni non sono state fino ad oggi ancora calcolate. Questi dati consentiranno poi di scoprire il ruolo effettivo dei gas effetto serra nel processo di riscaldamento globale. Speriamo che insieme ai dati…arrivino anche nuove soluzioni!

IBUKI. IL SATELLITE AMICO DELL’AMBIENTE.ultima modifica: 2009-01-26T11:48:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento