CASE CLASSE A

Case ad alto risparmio energetico.

classi di efficienza energetica.jpg

Sono sempre più convinto che in tempi di crisi essere ecosostenibili possa solo portare vantaggi. A dimostrazione di quanto sostengo vi sono numerosi piccoli gesti quotidiani che possono contribuire a ridurre i consumi energetici a favore sia dell’ambiente che del portafogli (vedi sezione “Consigli Ecologici“). Ma vi sono anche azioni più importanti, che sebbene necessitino di un notevole contributo economico iniziale possono portare ad un grande risparmio nel lungo termine.

Sto parlando delle nostre abitazioni, voce che occupa un peso notevole nella gestione del budget famigliare. Per questa ragione sarebbe bene valutare già in fase d’acquisto il valore complessivo dell’edificio e non solo l’investimento iniziale necessario per entrarne in possesso. Dal 1 gennaio 2006 è entrato in vigore il Decreto Legislativo 192/2005, che obbliga il costruttore a rilasciare al proprietario dell’immobile un attestato di certificazione energetica (temo però che quest’obbligo sia stato abrogato, quindi ricordiamoci di chiederlo!!). Purtroppo però non esiste una metodologia nazionale standardizzata per la determinazione della classe energetica dell’edificio e quindi per la relativa certificazione. Il modello guida al momento è quello realizzato dall’agenzia “Casa Clima” della provincia di Bolzano, secondo il quale gli edifici vengono classificati sulla base del consumo annuale espresso in kWh per metro quadro (vedi grafico in alto).

Perchè risulta vantaggiosa una casa in classe A? Dal punto di vista ambientale, il risparmio energetico e quindi la riduzione delle emissioni inquinanti è notevole: si passa dai 70 kWh al mq mediamente consumati da un’abitazione tradizionale europea (in Italia si parla invece di 130 kWh al mq!!) ai 33 kWh al mq di una casa energeticamente adeguata. E dal punto di vista monetario? Un appartamento di 100 mq in classe A per il riscaldamento spende 160 euro l’anno contro i 1.500 – 2.000 euro di un casa tradizionale. Ecco perchè parlo di valore complessivo dell’edificio e non di costo iniziale! Per chi volesse approfondire l’argomento vi lascio due interessanti link: Prestazione energetica e riflesso sul valore degli edifici e Capra Costruzioni.

CASE CLASSE Aultima modifica: 2009-02-06T11:25:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “CASE CLASSE A

Lascia un commento