QUANT’E’ VERDE LA CALIFORNIA. PARTE II.

L’ecologia come opportunità di crescita.

hollywood.jpg

Prima di Obama, ci ha pensato Schwarenegger mi verrebbe da dire! Tutto il mondo ha gli occhi puntati sui primi passi del neo presidente degli Stati Uniti nell’attesa di veder realizzate le promesse fatte in campagna elettorale sulla politica ambientale. Ma in America c’è già qualcuno che ha intrapreso la strada dell’ecologia per rilanciare l’economia del Paese. E con successo a quanto pare!

Dopo quanto scritto nel post del 19 novembre scorso, leggo ora sull’articolo di Daniela Roveda (IL – Intelligence in Lifestyle di Gennaio) che il governatore della California Arnold Schwarzenegger ha definito in materia ambientale un ambizioso obiettivo da raggiungere entro il 2020: abbassare del 12% le emissioni di sostanze inquinanti nello Stato. Un’operazione che costerà sicuramente cara alle imprese locali (secondo alcune stime si parla di 25 milardi di dollari in tutto), ma che porterà anche ad una ripresa economica e ad un notevole risparmio sia energetico che monetario: circa 40 miliardi di dollari. Su queste basi è infatti riuscito a convincere l’elettorato che le nuove leggi anti-inquinamento non penalizzano l’economia bensì offrono opportunità di crescita, attraggoni investimenti e creano posti di lavoro.

“Se guardiamo allo stato di depressione in cui versa oggi l’economia, le tecnologie verdi sono una delle rare oasi di crescita” spiega Schwarzenegger. Ed infatti in California si moltiplicano le imprese ecologiche, tanto che la Silicon Valley si sta ora trasformando in una “Eco Valley”, dove sostenibilità e business coincidono. Dimostrazione del fatto che economia ed ecologia non corrono su strade troppo lontane…

QUANT’E’ VERDE LA CALIFORNIA. PARTE II.ultima modifica: 2009-02-11T14:30:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento