ENERGY ISLAND

Un arcipelago elettrico al posto del nucleare

energy island.jpg

Isole artificiali che per ricavare energia dal sole, dal vento e dalle correnti marine. Una serie di esagoni galleggianti di 250 metri per lato capaci di produrre l’uno 250 megawatt di corrente elettrica. E’ questa l’alternativa alle centrali nucleari secondo un gruppo di ingegneri inglesi dell’Università di Southampton.

Come funziona? Un sistema di specchi concentra i raggi del sole verso la centrale termica collocata al centro. Pale eoliche sfruttano il vento. E, sotto l’isola, un sistema di pompe aspira acqua fredda dalle profondità oceaniche e acqua calda dalla superficie, usandole per un ciclo di evaporazione e condensazione che aziona speciali turbine.

“Per secoli abbiamo cercato di dominare la natura. Ora la nostra speranza è di lavorare con le forze della natura“. Questo il motto dei creatori delle isole energetiche. Per maggiori info vi lascio il link al sito internet del progetto: www.energyisland.com

ENERGY ISLANDultima modifica: 2009-08-13T09:25:00+02:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “ENERGY ISLAND

  1. Qualcuno mi saprebbe spiegare per quale motivo la maggioranza dei contrari all’utilizzo dell’energia nucleare e in generale i fautori dell’utilizzo esclusivo delle cosiddette energie rinnovabili hanno grossi problemi con l’ARITMETICA ?

Lascia un commento