GREEN RATING

Dal Belgio un nuovo metodo per valutare la sostenibilità degli edifici

edificio

Bureau Veritas (gruppo nato in Belgio nel settore navale e attualmente presente in 140 Paesi con vari servizi) ha presentato in occasione dell’Eire di Giugno l’ultima carta del suo mazzo vincente: il Green Rating. In assenza di un sistema di valutazione unico a livello europeo, la società ha messo a punto un nuovo metodo di misurazione della performance energetica di un edificio che si basa su 6 indicatori: rendimento energetico, accessibilità dei trasporti, emissioni di Co2, gestione acque, benessere ambientale e gestione dei rifiuti. 6 elementi con un peso variabile dal 10 al 30% sulla valutazione finale.

Ed è qui forse l’elemento più interessante: la performance dell’edificio viene calcolata su 4 possibili situazioni:

  • “Intrinsic” = performance garantita dalla struttura e dai materiali esistenti;
  • “Potential Intrinsic” = performance possibile attraverso investimenti sulla parte strutturale ed impiantistica;
  • “Actual” = performance garantita dalle modalità attuali di utilizzo;
  • “Potential Actual” = performance possibile attraverso un miglioramento dei comportamenti adottati dagli abitanti dello stabile.

Un sistema di certificazione energetica – praticabile sia sugli edifici nuovi che su quelli già esistenti – costantemente teso al miglioramento della sostenibilità dell’edificio e dello stile di vita praticato al suo interno. “L’obiettivo [..] è misurare con precisione le performance degli edifici e proporre un piano d’azione per migliorarle” spiega Pietro Foschi, presidente e a.d. di Bureau Veritas Italia. Un piano d’azione: perchè quando si parla di sostenibilità, diventa ancora più necessario!

Per maggiori info: www.bureauveritas.com/certification/green_rating

GREEN RATINGultima modifica: 2009-10-23T09:04:00+02:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento