KYOTO: SIAMO DAVVERO OK?

EEA: l’Europa e l’Italia rispetteranno l’impegno. Anzi, lo supereranno!

kyoto club.jpg

Lo scorso 12 novembre l’EEA – l’European Environment Agency – ha pubblicato l’ultimo rapporto (documento a questo link)sul progresso degli stati membri rispetto agli obiettivi previsti dall Protocollo di Kyoto per il 2012. E il risultato è quanto mai sorprendente: i 15 paesi che al momento dell’adozione facevano parte dell’UE sono sulla buona strada per rispettare gli impegni presi. Unica esclusa (contrariamente alle nostre aspettative): l’Austria.

E non è tutto. Secondo Jacqueline McGlade – direttore esecutivo dell’EEA – “è incoraggiante sapere che in Europa le emissioni dovrebbero continuare a diminuire, consentendo di andare al di là degli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto”. In tutto ciò, l’Italia a che punto sta? E’ in regola. Nonostante le emissioni medie emesse nel periodo 2004-2008 siano state dell’8,5% superiori al livello di base, il nostro Paese si è infatti impegnato ad incrementare i sistemi di sequestro della Co2.

Non so perchè, ma la notizia non mi allieta.

KYOTO: SIAMO DAVVERO OK?ultima modifica: 2009-11-27T10:59:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento