ENERGIA DAL VENTO AFRICANO

Kenya, Egitto e Marocco si preparano a sfruttare l’energia eolica

parco eolico

A fare il primo passo sarà il governo di Nairobi – uno dei più attivi sul fronte delle energie pulite – che inaugurerà nel 2012 il più grande parco eolico d’Africa: un’area di 66 mila ettari di deserto intorno al lago Turkana coperta da 365 turbine in grado di produrre 300 megawatt di energia. Ed è solo l’inizio! La compagnia energetica statale – KenGen – ha appena ottenuto l’appoggio di una cordata di investitori privati per realizzare una seconda centrale eolica vicino a Naivasha.

Ma anche altri governi africani si stanno mobilitando per obiettivi ambiziosi. Leggo su Green Report – la rubrica di IL dedicata al mondo ecologico – che l’Egitto ha in cantiere (entro il 2020) la costruzione di parchi eolici per coprire il 12% del proprio fabbisogno energetico; mentre il Marocco farà di più, puntando al 15% di energia pulita. Siamo sicuri che siano in Europa i Paesi “sviluppati”?

ENERGIA DAL VENTO AFRICANOultima modifica: 2010-01-08T09:18:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “ENERGIA DAL VENTO AFRICANO

  1. Ciao, sono Marta.
    Complimenti per il blog, molto interessante.

    Mi piacerebbe confrontarmi con te e con gli altri bloggers in merito ad un libro in fase di pubblicazione che parla di green economy, green energy e molto altro: “Go Green” di Diego Masi.

    Se mi scrivi un indirizzo utile te ne spedisco una copia, ti lascio qui il mio indirizzo di posta (metto per esteso la chiocciola per evitare spam): m.maininichiocciolagreencomm.it

    A presto

    Marta

Lascia un commento