UNA VITA AD IMPATTO ZERO

L’esperienza di uno scrittore americano: un anno nel rispetto dell’ambiente

no impact project.jpg
“For one year, Colin Beaven and his family unplugged from the electrical grid, produced no trash, traveled exclusively by foot or bike and bought nothing except food (all of it locally grown). By the end, the discovered something surprising; living simply wasn’t just good for the environment. It made them healthier, happier and richer in ways they’d never expected.”

In estrema sintesi, questo è la storia di Colin Beaven ed il suo messaggio al mondo. E non mi par poco. Sicuramente non è la prima volta che parliamo di stili di vita sostenibili e comportamenti “eco-friendly”, ma non in questi termini. La scelta sostenibile è infatti spesso associata alla rinuncia e alla privazione: niente auto, poca elettricità….Qui invece emerge una considerazione importante: essere sostenibili rende tutti più sani, felici e ricchi. Tutto quello che abbiamo sempre sognato.

Ecco perchè Colin Beaven ha dato vita ad un progetto: invitare tutti a provare “una settimana ad impatto zero”. Tanto per mettersi alla prova e, magari, scoprire qualcosa che non ci aspettavamo. Una vita felice? Noimpactproject.org

UNA VITA AD IMPATTO ZEROultima modifica: 2010-01-15T09:10:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento