IL FOTOVOLTAICO CHE NON SI VEDE. Parte II

Non solo tetti, ma intere pareti fotovoltaiche che decorano e arredano

In risposta al post di mercoledì scorso in cui parlavo di COVERSUN – l’innovativo tetto fotovoltaico progettato dalla Cappiello Alluminio (vedi post del 17.02.10) –L’Eco della Terra sottolineava che esistono molti modi per integrare il fotovoltaico nelle strutture. Ed infatti eccoli qua: una carrellata di soluzioni impiantistiche progettate per trasformare i pannelli fotovoltaici in veri e propri elementi decorativi, funzionali e capaci addirittura di migliorare l’impatto estetico di un edificio.

tubingen.jpgPalazzetto dello Sport di Tubingen (Germania). La facciata è completamente ricoperta da pannelli fotovoltaici che rispecchiano il colore verde dei prati circostanti, trasformando l’edificio in una sorta di prolungamento del paesaggio circostante. Una soluzione ad impatto estetico sicuramente ridotto.

 

mensa juwi.jpgMensa dell’Headquarter del Gruppo Juwi (Germania). La parete in vetro della mensa è interamente ricoperta da celle fotovoltaiche integrate che creano all’interno del locale un bellissimo gioco di luci ed ombre che arreda e personalizza l’ambiente. Altro che semplice impianto energetico!

IL FOTOVOLTAICO CHE NON SI VEDE. Parte IIultima modifica: 2010-02-26T09:42:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “IL FOTOVOLTAICO CHE NON SI VEDE. Parte II

Lascia un commento