LA RACCOLTA DIFFERENZIATA CHE TI PREMIA

Un piccolo comune calabrese premia i cittadini più virtuosi con uno sconto sulla tassa dei rifiuti

“Nel contesto del complessivo disastro ambientale calabrese, abbiamo fatto un’opera meritoria, suppure in una realtà regionale nient’affatto virtuosa” spiega il Sindaco di Saracena, l’On. Mario Albino Gagliardi, sulle pagine dello scorso numero di Casa Naturale. Ed infatti l’iniziativa è lodevole e da replicare, soprattutto se si considera i risultati già raggiunti e quelli auspicati: se nel giugno 2009 il comune di Saracena poteva vantare ben il 64% di raccolta differenziata sul totale dei rifiuti prodotti, l’obiettivo per il 31 dicembre 2010 è del 70%.

Il progetto è semplice (ma non banale): dopo un’intensa attività di sensibilizzazione sull’importanza di differenziare i rifiuti, effettuata nelle scuole, tra i cittadini e nelle contrade, il Comune di Saracena ha introdotto (in anticipo sulle direttive del governo) una nuova tipologia di tassa sui rifiuti che dice addio alla vecchia TARSU – Tassa per lo smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani – per introdurre la TIA: la Tassa d’Igiene Ambientale. La vera svolta consiste nei parametri di calcolo della tassa stessa: il contributo da versare al comune per la gestione dei rifiuti verrà infatti calcolato sulla base della superficie dei locali di abitazione e di attività di provenienza, ma non solo. Accanto a questo parametro verrà infatti valutata anche la bontà della raccolta differenziata effettuata dal singolo cittadino è più la sua gestione dei rifiuti risulterà “virtuosa”, minore sarà il suo contributo da versare.

Il monitoraggio della raccolta differenziata sarà possibile tramite un sistema di codici a barre – apposti su ogni sacchetto e riconducibili ad ogni nucleo famigliare o attività – che verrà letto dal netturbino al momento della raccolta. La qualità della differenziazione effettuata sarà sottoposta al controllo del netturbino stesso, che affiancherà all’identità di ogni utente una valutazione del “lavoro” svolto. Perchè non testare su larga scala?

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA CHE TI PREMIAultima modifica: 2010-06-16T14:01:33+02:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento