FOTOVOLTAICO VERSIONE 2.0

Altro che ingobrombranti pannelli sui tetti. Il fotovoltaico di domani si stampa o si spruzza

spray.jpg

E’ ufficiale. Arriverà il giorno in cui diremo: “Vi ricordate i primi impianti fotovoltaici? Quei pannelli così ingombranti e poco estetici che si dovevano installare sui tetti?”. In realtà già oggi, la tecnologia ha fatto passi da gigante e i modelli attualmente presenti sul mercato sono sempre così sottili e trasparenti da garantire la massima integrazione tra l’impianto e l’edificio. Ma stando alle ultime dichiarazioni di alcuni ricercatori, la nuova generazione di celle fotovoltaiche potrà assumere delle sembianze imprevedibili.

La prima notizia arriva da Boston: secondo uno studio condotto dal MIT in un futuro non troppo lontano sarà possibile stampare celle fotovoltaiche su carta. Come? Attraverso particolari inchiostri fotosensibili a base di carbonio nano-strutturato ed, ovviamente, una stampante progettata ad hoc, sebbene molto simile a quelle con getto d’inchiostro attualmente in commercio.

La seconda arriva invece dal Regno unito: alcuni ricercatori dell’Università di Leicester (in collaborazione con la compagnia norvegese EnSol) hanno infatti messo a punto una sorta di “vernice fotovoltaica” che può essere letteralmente spruzzata su superfici piatte. Il risultato dell’applicazione di questo spray è una sottile pellicola fotovoltaica completamente trasparente (e quindi adatta anche per i vetri), capace di produrre circa 100 watt per mq. In questo caso si parla già di un possibile lancio sul mercato entro il 2016, quando gli studiosi avranno migliorato l’efficienza di questa nuova tecnologia.

Ricavare energia dal sole sarà quindi un gioco da ragazzi!

FOTOVOLTAICO VERSIONE 2.0ultima modifica: 2010-09-09T10:29:00+02:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento