PM10: IN ARRIVO UNA MULTA DI 1.7 MILIARDI

La Corte di Giustizia europea deferisce l’Italia: “Il problema delle emissioni di Pm10 non è stato affrontato”

polveri_sottili.jpg

Contrariamente alla direttiva europea sulla qualità dell’aria (Direttiva UE 2008/50/CE) che impone di limitare l’esposizione dei cittadini al Pm10, l’Italia non ha predisposto ad oggi un piano efficace per l’abbattimento delle polveri sottili e il miglioramento della qualità dell’aria. E il paradosso è che “la multa europea [pari a circa 1.7 miliardi di euro] sarà ben superiore al risparmio previsto dai tagli indiscriminati all’ambiente e alle politiche di disinquinamento”, come sottolinea Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente.

Nel 2008 la commissione europea aveva infatti stabilito che gli stati membri dovessero mantenere la concentrazione di polveri sottili entro i 50 microgrammi per metro cubo al giorno: limite che non doveva essere superato più di 35 volte l’anno!! Una condizione che non solo non è stata rispettata (vedi uno dei tanti post sull’argomento: PM10 ancora alle stelle), ma che non ha portato nemmeno ad un programma di interventi per metterla in atto. E nel frattempo i nostri polmoni ringraziano: “Ogni anno più di 350 mila morti premature in Europa a causa dell’inquinamento atmosferico. E in Italia sono ancora troppi i luoghi dove, per ogni 10 mila abitanti, più di 15 persone muoiono prematuramente a causa delle particelle sottili” (Janez Potocnik, commissario europeo all’ambiente).

E se vi dicessi che il problema non riguarda solo la qualità dell’aria? Leggete qui:

www.repubblica.it/ambiente/2010/11/24/news/inquinamento_ue-italia-9455537

PM10: IN ARRIVO UNA MULTA DI 1.7 MILIARDIultima modifica: 2010-12-14T09:10:00+01:00da ermange1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento